Home > Renzi slot machine

Renzi slot machine

Renzi slot machine

Per lo Stato si tratterebbe del riconoscimento implicito di un errore. Nel tentativo, corretto dal punto di vista del principio, di voler sconfiggere il gioco illegale, i vari governi che si sono succeduti negli ultimi anni hanno esagerato con l'offerta di giochi legali. Il momento di porre rimedio è dunque arrivato. Questi concetti, in estrema sintesi, sono contenuti nel documento messo a punto dal sottosegretario all'Economia, Pier Paolo Baretta, e in discussione da alcuni giorni presso la Conferenza unificata Stato-Regioni. Quanto possano pesare le decisioni delle Regioni su un settore che ogni anno frutta allo Stato 8,8 miliardi di euro di cui ben 5,1 proprio dalle slot , è ben sintetizzato in una tabella consegnata dallo stesso sottosegretario Baretta.

Dunque bisogna salvaguardare gli interessi del governo, ossia i 9 miliardi di entrate erariali, e i problemi dei governatori, ossia l'impatto sociale di una diffusione tanto capillare delle slot machine. In che modo? Il primo punto, è, appunto, l'eliminazione delle slot dai cosiddetti esercizi generalisti secondari, come gli alberghi, le edicole, i ristoranti, gli stabilimenti balneari e, come è persino possibile, anche le lavanderie. Le prime dovrebbero essere sale chiuse di una certa dimensione, nelle quali potrà essere presente l'intera offerta di giochi.

Regole che invece dovranno rispettare le sale di categoria B, ossia tutte le altre, a partire dai Bar e dalle tabaccherie. Il governo poi, propone anche di intervenire sui meccanismi di funzionamento dello slot machine, introducendo, per esempio, degli strumenti di autolimitazione in termini di tempo e di spesa, oltre a messaggi automatici durante il gioco che evidenziano il tempo di permanenza davanti alla macchinetta.

Per le videolotteries, nelle quali si possono introdurre anche banconote da euro, sarà introdotto un limite di importo più basso e la durata dalla partita sarà aumentata. Rimane da capire l'impatto che le nuove regole avranno sui conti pubblici, una volta che sarà trovata l'intesa con le Regioni. Ultimo aggiornamento: David di Donatello , trionfa 'Dogman'. Premio a Borghi: Zac Efron è Ted Bundy, in anteprima il trailer del film sul killer che sconvolse gli Usa. Nelle ultime settimane, dunque, la storia del regalo alle slot è tornata alla ribalta, come argomento da aggiungere alla lista delle nefandezze dei tre governi a guida PD che si sono succeduti nell'arco di questa legislatura.

Le slot machine invadono i bar e sostituiscono o dovrebbero farlo i vecchi videopoker. La normativa prevede che le macchine siano collegate in rete con la SoGei, la società pubblica che avrebbe dovuto garantire la regolarità della taratura degli apparecchi che, sempre in teoria, dovrebbero restituire un numero di vincite predeterminato ai giocatori.

A mettere in rete gli apparecchi avrebbero dovuto pensarci i concessionari, dieci soggetti privati selezionati dai Monopoli, pena una sanzione per ogni ora di mancato collegamento. I concessionari, essenzialmente, se ne fregano. Migliaia di macchinette non sono collegate alla rete e non vengono messe a norma neanche dopo i primi solleciti dei Monopoli. Le società, per il biennio — , pagheranno le tasse con una cifra forfettaria, quella prevista nel caso di mancato collegamento per cause di forza maggiore, senza che nei loro confronti venga erogata alcuna multa. È la Corte dei Conti che, raccogliendo una serie di segnalazioni, dà alla Guardia di Finanza il compito di fare luce sulla vicenda del mancato collegamento delle slot.

Una peraltro necessariamente parziale verifica consente alla Gdf di individuare migliaia di macchinette non collegate, lasciando intendere che il danno erariale possa essere elevatissimo. Il mancato controllo sulle slot è, in effetti, un problema enorme, come avrà modo di spiegare il generale Umberto Rapetto , a capo del nucleo speciale della Gdf: In sostanza, per un periodo piuttosto ampio di tempo, decine di migliaia di slot sono state del tutto fuori controllo, non solo per quel che riguarda la quantificazione degli introiti tassabili, ma anche per la restituzione delle vincite ai giocatori.

Da dove viene la cifra di 98 miliardi di euro? In pratica, la cifra finale viene fuori non attraverso calcoli su un ipotetico volume delle giocate, né applicando sanzioni che ipotizzano un abbassamento delle quote di vincita o altre operazioni di manomissione delle slot, ma semplicemente applicando le penali previste da un contratto sottoscritto sia dallo Stato che dai concessionari. La procura della Corte dei Conti contesta dunque ai concessionari somme per poco meno di 90 miliardi di euro qui l'elenco delle richieste alle singole società.

Ora bisogna fare un salto in avanti e arrivare al , quando la vertenza giudiziaria arriva finalmente a conclusione e la sezione giurisdizionale del Lazio della Corte dei Conti pronuncia la sentenza numero La sentenza arriva dopo una lunghissima battaglia legale e molti tentativi di impugnare la legittimità stessa del processo. Insomma, riepilogando: I 98 miliardi di euro, dunque, non esistono, non sono mai stati comminati come sanzione a nessuna società, né men che meno sono stati evasi. Insomma, è vero che un Governo a guida PD abbia definito una sorta di condono alle aziende che operano nel campo delle slot, ma sui 2,5 miliardi di euro e chiedendo un pagamento immediato di una sanzione comminata solo in primo grado.

E lo è anche per un effetto secondario, ovvero la distrazione collettiva.

Renzi fa sul serio sul gioco d'azzardo? - Il Post

Sul gioco d'azzardo stiamo per mettere a punto una misura per togliere le slot dalle tabaccherie ed esercizi commerciali». Lo afferma il premier Matteo Renzi, in. Il governo si prepara ad eliminare le slot dalle tabaccherie e dai centri commerciali. Lo ha annunciato ieri il premier Matteo Renzi parlando di. Il presidente del Consiglio ha annunciato di voler togliere le slot machine dai locali pubblici. L'opinione pubblica reagisce con entusiasmo, ma. Quella dei 98 miliardi di euro "regalati" ai signori delle slot machine è una storia incredibile, che ha un solo problema, enorme: la. Ho deciso di fare “fact checking”, una verifica puntuale dei fatti, su alcune notizie false circolate sul Governo. Una di queste è quella che. Il governo sta trattando per eliminare un terzo delle slot machine: sarebbe la prima norma del genere in un paese che ha dati assurdi sul gioco. Gli italiani possono giocare ancora alle slot machine dove vogliono. Nella Legge di Bilancio non c'è alcuna norma per frenare il gioco di.

Toplists